Profumi - La famiglia olfattiva

Famiglie e sottofamiglie olfattive, come riconoscerle

 
Abbiamo già parlato di piramide olfattiva e della sua composizione.
È arrivato il momento di conoscere le famiglie - e le sottofamiglie - che caratterizzano i profumi.
 
flaconi profumo


Ogni profumo può essere ricondotto ad un tema principale, ad una famiglia olfattiva, che si differenzia in base alle materie prime di cui è composto.
All'interno di ogni famiglia esistono poi ulteriori sfumature, le sottofamiglie, che contribuiscono a descrivere in modo più dettagliato la composizione di una fragranza.
Nel tempo, con gli ingredienti di sintesi si sono aggiunti alle essenze naturali infiniti stimoli olfattivi per arricchire i profumi di qualsiasi famiglia.

LE FAMIGLIE OLFATTIVE

essenza_profumo_agrumi
 

Esperidata 

Il termine esperidato deriva dal nome delle mitiche Esperidi, custodi del giardino dei Pomi d'oro, che la leggenda vuole fossero arance. Per questo motivo la famiglia esperidata prende anche il nome di agrumata.
Caratterizzata da freschezza e brio la famiglia esperidata è regina di eau de cologne, acque energizzanti ed eau fraiche, profumazioni rinfrescanti per eccellenza.
Tra gli ingredienti più diffusi, accanto agli agrumi mediterranei  come bergamotto, arancia, mandarino, pompelmo e limone rientrano gli esotici yuzu, kumquat e lime e poi i legni come il cedro e il sandalo.
La sfaccettatura agrumata rientra tra le note di testa ed è caratterizzata da un'estrema volatilità.
 

Fiorita 

Una fragranza si dice fiorita quando porta nel cuore le note di un fiore solo o di un bouquet composito.
Una delle più antiche sfaccettature del profumo e tempo addietro esclusivamente femminile, caratterizza oggi anche diverse profumazioni maschili. Gelsomino, rosa, tuberosa, iris, mughetto, caprifoglio, ylang-ylang, fiori d'arancio, violetta, gardenia, mimosa... la lista è praticamente infinita e anima la famiglia più prolifica dei profumi femminili.
La sfaccettatura fiorita si colloca tra le note di cuore.
 

Fougère 

In francese “felce” ma con la felce non ha nulla a che vedere; si tratta solo di un richiamo a spazi verdi e boschi profumati.
Il nome deriva fragranza creata nel 1882 da Houbigant: FougèreRoyale.
La particolarità di questo profumo consisteva, oltre che nell'originale connubio di note aromatiche - lavanda -, legnose - vetiver, legno di cedro e sandalo - e verdi, nell'impiego di note di sintesi, come la cumarina - o fava tonka - che ricorda erbe e fieno mescolati a tabacco biondo.
Da allora, generazioni di composizioni maschili si sono ispirate a questo accordo.
La famiglia dei fougère include profumazioni esclusivamente maschili.
 

Chypre 


Importata in Europa dai Crociati, l'acqua di Cipro spopolò in virtù dell'alta concentrazione di patchouli e resine profumate impiegate nella preparazione.
Fu quest'atmosfera di sole, spensieratezza e sensualità a ispirare François Coty quando, nel 1917, creò la fragranza battezzata con il nome di Chypre.
Nel tempo, la sfaccettatura chypre ha subito diverse modifiche, ma il leitmotiv è rimasto invariato: si inizia con una nota agrumata, poco dopo subentra un cuore dominante fiorito, si chiude con un mix di legni, muschi e licheni che ricordano boschi e natura selvaggia. Le composizione che rientrano nella famiglia chypre sono generalmente femminili e dedicate ad una femminilità complessa e intensa.

Orientale 


È un accordo tra i più vari e complessi. Include fragranze dalla composizione ricca e sfaccettata, con un denominatore unico: le note di testa sono discrete, poco invadenti, quasi volessero passare inosservate e lasciare il campo libero alle note di fondo.
Sono ingredienti come mirra, incenso, benzoino, labdano, storace, a rappresentare la firma olfattiva dell'accordo orientale.
Adattabile al genere maschile come a quello femminile, troviamo spesso in aggiunta le note avvolgenti della vaniglia, le note canforate del patchouli, le note esotiche delle spezie e le note profonde dell'ambra.
Talvolta i profumi orientali vengono alleggeriti con alcune componenti floreali a creare la sotto-famiglie florientale.
 

LE SOTTOFAMIGLIE OLFATTIVE

Profumo_donna
 

Aromatica 

Si riferisce ad accordi in cui spiccano aromi tipici della flora mediterranea come lavanda, basilico, rosmarino, salvia, elicriso, etc; sono molto usati nelle fragranze maschili.

 

Marina/Ozonata 

Grazie alla molecola del calone, evocano la brezza di mare con sentori bagnati carichi di iodio e ossigeno, come respirare a pieni polmoni in riva al mare!

 

Aldeidata 

Le aldeidi alifatiche (prime note di sintesi utilizzate in un profumo) associano impressioni d'acqua ad un carattere pungente.

 

Fruttata 

Sfumatura golosa costruita con note di ananas, fragola, pesca, albicocca, melone, lampone, ribes; queste note sono solo di sintesi.
 

Verde 

È la freschezza vegetale di erba tagliata, foglie e steli; questa sfumatura ha un carattere discreto e trasparente, per questo di solito anima l'accordo di testa.

 

Speziata 

Evoca l'oriente con una profusione di cannella, chiodi di garofano, pepe, coriandolo, cumino, cardamomo, etc..; è un filone molto in voga a partire dagli anni '70.

 

Legnosa 

Ci sono note legnose in tutti i profumi, variano solo i dosaggi perché "fissano" la composizione; i principali sono il sandalo, il patchouli, il guaiaco, il cedro e il legno di rosa.

 

Cuoio 

È un filone nato prima con la volontà di ricreare l'odore della pelle non conciata, poi per descrivere le sostanze usate per la concia, come il catrame di betulla o il tannino.

 

Gourmand 

Questo accordo si sprigiona da note di sintesi che ricreano il "gusto" del cioccolato, miele, praline, etc. oggi molto diffuso. Evoca ricordi rassicuranti legati all'infanzia.

 

Ambrata 

Vicina al mondo delle fragranze orientali, questa sottofamiglia interpreta i sentori dell'ambra grigia, ovvero sfumature animali e balsamiche, come la mirra e la vaniglia.

 

Cipriata 

Da non confondere con il termine chypre, questo tema si riferisce alle fragranze femminili che evocano le impressioni talcate e un po' retrò di ciprie e polveri cosmetiche.

 

Muschiata 

È un tema connotato dalla presenza di musco di Tonkino, oggi introvabile, ovvero la secrezione di un cervo dell'Himalaya, dall'odore animale, secco, soave e persistente.

 
 

#SabbioniBeauty
A cura di Sara - 15  Febbraio 2018